Badia di Ganna

Tale attività si tradusse anche in corrispondenti unità edilizie; chi prende in considerazione nel suo più ampio sviluppo diacronico la configurazione, la strutturazione, la consistenza delle fabbriche di S. Gemolo in Ganna può constatare immediatamente come la parte di fabbricato destinato a foresteria e a servizi di viaggio e traffico, si accompagni ad altre unità edilizie destinate all'esercizio della attività agricola locale. Il complesso di tali fabbricati venne a costituire così un ulteriore chiostro a pentagono che si espande a partire dal primo chiostro centrale, anch'esso a pentagono, che già si era innestato in un lato dell'antica chiesa romanica. Per gemmazione successiva venne così a conformarsi un complesso di edifici concentrici, che nel loro cuore hanno le sedi religiose, e perifericamente dispongono la diverse unità edilizie funzionali alle diverse attività esercitate. I rustici prospettano verso sud e verso ovest al cospetto del Monte Martica; a nord e a est si strutturano prevalentemente i fabbricati ad uso foresteria, in più diretta accessione a quelli propri delle funzioni monastiche ed amministrativeche costituiscono l'asse portante delle porte di fabbricato concepito quasi in guisa di "fortezza" o "palazzo" che prospetta e domina verso il villaggio di Ganna.

 

Amici della Badia
Calendario eventi
Archivio eventi
Archivio immagini
Come arrivare
Sponsor